Tutte le news

Capannori: anche Rondine riceve il premio per le aziende italiane verso Rifiuti Zero al meeting Europe Zero Waste

Ultima modifica il Martedì, 24 Maggio 2016 10:26
Pubblicato Martedì, 24 Maggio 2016 10:16
Share

 

Si è svolto domenica 22 maggio l’ultimo appuntamento della tre giorni internazionale dedicata alle buone pratiche verso Rifiuti Zero a Capannori.

Il meeting è stato organizzato da Zero Waste Europe, Zero Waste Italy, il Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori e l’ Associazione Ambiente Futuro, in collaborazione con il Comune di Capannori con il media partnership di Radio 24 nella trasmissione “Si può fare”.

Dopo due giorni di conferenze, dibattiti e workshop, il Meeting Zero Waste si è chiuso con la seconda edizione della premiazione delle aziende italiane verso Rifiuti Zero, ovvero quelle imprese che si sono distinte per l’attuazione delle buone pratiche di riduzione, riciclo e riuso dei rifiuti nelle diverse fasi di produzione.

Tra le dodici aziende selezionate  anche Associazione Rondine, Arezzo con la seguente motivazione:

“Un esempio di impresa sociale e culturale di grande importanza, in quanto muove da studenti provenienti da diversi paesi in conflitto fra loro, che ha deciso di progettare il proprio borgo adottando i dieci passi rifiuti zero”.

A ricevere il premio Luca Pighini in rappresentaziona della Presidenza e i due giovani dello studentato Internazionale, Ana, serba e Ahmed, sudanese, che stanno lavorando al progetto per rendere la Cittadella di Rondine completamente ecosostenibile grazie alla collaborazione con il Comune di Capannori e il Centro di Ricerca Rifiuti Zero. 

Durante la celebrazione del premio, le imprese hanno ricevuto una scultura dell’artista Stefania Brandinelli realizzata con materiali di recupero. Funghi Espresso ha inoltre donato i kit per la coltivazione domestica dei funghi, mentre Hacking Labs ha messo a disposizione i materiali per la realizzazione di orologi da vecchi circuiti stampati.