Tutte le news

Il Patriarca Ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo a Rondine per il dialogo tra religioni e la pace

Ultima modifica il Lunedì, 26 Ottobre 2015 17:26
Pubblicato Mercoledì, 21 Ottobre 2015 11:27
Share

 

 

 

(Arezzo, 20 ottobre 2015). Sua Santità Bartolomeo I, Arcivescovo di Costantinopoli e Patriarca Ecumenico il prossimo 27 ottobre, sarà ad Arezzo ospite dell'Associazione Rondine Cittadella della Pace. Il Patriarca arriverà a Rondine alle ore 11,30 e dopo una vista della Cittadella, incontrerà i giovani dello Studentato Internazionale presso il Teatro Tenda. Il programma della visita di Bartolomeo prevede inoltre l’arrivo nel pomeriggio alla 14.30 ad Arezzo, presso la Cattedrale di San Donato di Arezzo per una visita privata, accolto dall'arcivescovo della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, Mons. Riccardo Fontana, Bartolomeo.

Una testimonianza di straordinaria forza che arriva da una terra come la Turchia, proprio in questi giorni lacerata e macchiata di sangue e che ha visto una nuova ondata di violenza rovesciarsi su chi manifestava per il diritto alla pace: una terra da secoli crocevia di popoli e culture diverse, teatro di incontri e condivisione e oggi, sempre di più cruciale negli equilibri internazionali soprattutto per la risoluzione dei numerosi conflitti che si sovrappongono in tutto il Medio Oriente.

Bartolomeo infatti e' da sempre impegnato per il dialogo, per la comprensione reciproca tra culture, confessioni e religioni diverse, per la pace,  partecipando, tra l'altro, a storici eventi come gli incontri in Terra Santa o in Vaticano, a fianco di Papa Francesco, o come quelli incentrati sul tema  della salvaguardia del pianeta, che gli hanno attribuito il titolo di “Papa Verde”.

Fin dal primo incontro a Istanbul, a conclusione del Viaggio di Pace in Caucaso del Sud realizzato dall’associazione nel 2010 - da Baku, attraverso le "red line" dei diversi conflitti, per giungere in Turchia - Rondine e Bartolomeo hanno avvertito una intensa consonanza e sviluppato una profonda amicizia spirituale, tradotta soprattutto nell'ospitalità a Rondine, ogni estate, di giovani teologi ortodossi che si formano insieme agli altri studenti internazionali provenienti dai luoghi di conflitti distruttivi.

Rondine, nell'occasione, ha deciso di insignire il Patriarca Ecumenico del "Premio Rondine preziosi per la Pace", istituito nel 2015 per essere "attribuito a personalita' che, nel loro impegno professionale, civile, religioso e politico, con coraggio e determinazione, trasformano il conflitto attraverso relazioni che superano e dissolvono il concetto di nemico. Andando alle radici dell'inimicizia, la trasformano in energia creatrice di nuove relazioni di pacifica convivenza".

La visita del Patriarca Bartolomeo ad Arezzo costituisce uno dei grandi eventi che Rondine promuove per la promozione di una cultura del dialogo e della pace ed è realizzata in collaborazione con la diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro e in media partnership con Tsd Comunicazioni riconfermandosi una realtà di calibro internazionale nel lavoro per la risoluzione del conflitto.

 

 

Nella foto una delegazione di Rondine Cittadella della Pace accolta dal Patriarca Bartolomeo. Istambul, Turchia, 2010.