Tutte le news

Il Viceministro Pistelli a Rondine: “Investiamo nei giovani per il futuro della Sponda sud del Mediterraneo”

Ultima modifica il Lunedì, 11 Novembre 2013 12:22
Pubblicato Sabato, 09 Novembre 2013 15:31
Share

  “Rondine è un’esperienza di altissimo valore non soltanto per i ragazzi che partecipano ma anche per il messaggio che manda oltre i confini italiani”. Queste le parole del Viceministro agli Affari Esteri, Onorevole Lapo Pistelli che ieri venerdì 8 novembre ha visitato la Cittadella della Pace (Arezzo). Dopo la partecipazione al Rapporto Annuo di Rondine nel giugno scorso presso la Camera dei Deputati, il Viceministro ha deciso di incontrare i giovani dello Studentato Internazionale, proprio nel luogo dove avviene l’incontro tra le culture che si trasforma in dialogo e costruzione di un futuro di pace.

 All’incontro hanno preso parte anche i giovani del progetto “Una nuova classe dirigente per la Sponda sud del Mediterraneo”, attivato da Rondine in seguito agli avvenimenti della Primavera Araba anche grazie al sostegno del Ministero degli Affari Esteri. Un progetto che  il Viceministro ha voluto conoscere da vicino proprio perché nasce dalla consapevolezza della necessità di un impegno forte nell’ambito della cooperazione nell’area del Mediterraneo attraverso azioni, che come in questo caso, sono tese ad aumentare il livello di consapevolezza, fornendo conoscenze e strumenti che siano in grado di facilitare le giovani generazioni nella comprensione dei processi di cambiamento culturale, economico e sociale in atto, al fine di permettere loro di partecipare attivamente alla fase di cambiamento storico che il proprio Paese sta affrontando, attraverso interventi costruttivi negli ambiti di propria competenza.

“I Paesi da cui provengono questi giovani, Egitto Libia e Tunisia stanno attraversando una fase di transizione complicata – ha affermato il Viceministro - la storia insegna che non c’è rivoluzione che possa stabilizzarsi in breve tempo, il che non deve portarci a chiudere le porte o rassegnarci allo scetticismo ma proprio investendo sulle giovani generazioni possiamo aiutare questi a Paesi a crescere, con il nostro aiuto ma sulle loro gambe, quindi aiutare a costruire la loro futura classe dirigente è un modo per aiutare questi Paesi a costruire un futuro meno angosciante da quello da cui vengono”.

 La giornata del Viceministro Pistelli è cominciata con la visita alla Cittadella, nel borgo medioevale di Rondine guidato dal Presidente Franco Vaccari e dai giovani dello Studentato Internazionale. A seguire il pranzo con gli studenti, le Istituzioni locali e la Presidenza presso la “Locanda sull’Arno”, momento in cui Pistelli ha potuto approfondire la conoscenza degli studenti che si formano a Rondine per tornare nei loro Paesi ed essere i leader di domani. Un incontro di alto profilo per i giovani di Rondine che si sono a lungo confrontati con il Viceministro anche sulle tematiche dello sviluppo del Mediterraneo insieme ai  giovani del progetto “Una nuova classe dirigente per la Sponda sud del Mediterraneo”.

"Non perdete il sorriso e la scoperta dell’altro, siate lievito per i vostri Paesi – questo il messaggio che Pistelli ha voluto lasciare a questi giovani - Voi siete delle prove di seme ma poi il seme va piantato in terra e deve produrre frutti e voi potreste essere straordinari semi che possono portare risultati grandiosi nei vostri Paesi d’origine. Se riuscirete a portare a casa questo messaggio, l’esperienza a Rondine diventerà un completo successo”.

"Siamo molto felici che il Viceministro abbia visitato di persona la Cittadella – ha affermato il  presidente di Rondine Franco Vaccari – e che abbia potuto vedere come qui a Rondine i conflitti si possono comporre, il dialogo si può sviluppare e una cultura euromediterranea che deve affermarsi qui si sta già radicando”.

 

Servizio Tsd Notizie Guarda il video!

Servizio Telecronaca Teletruria. Guarda il video!