Tutte le news

Rondine e Rotary insieme per la pace

Ultima modifica il Martedì, 06 Agosto 2013 12:21
Pubblicato Lunedì, 05 Agosto 2013 17:48
Share

 

Lavorare per la pace, il dialogo la fratellanza tra i popoli questa la mission condivisa tra i Rotary  Club e Rondine Cittadella della Pace l’associazione toscana che da oltre vent’anni promuove la risoluzione del conflitto attraverso l’esperienza dello studentato internazionale dove giovani provenienti da luoghi di guerra convivono e condividono un percorso di formazione per tornare nei propri Paesi d’origine come ambasciatori di pace. Un’ incontro quello tra Rondine e il distretto 2072 della Valle del Savio che è avvenuto oggi lunedì 5 agosto, simbolicamente presso la sorgente del fiume Tevere , di fronte al monumento che suggella dal 2007 il gemellaggio dei quattro fiumi realizzato proprio dal Rotary della Valle del Savio e grazie al grande impegno di Giorgio Partisani, allora presidente inter-distrettuale di Italia e Isralele, instancabile promotore di occasioni di incontro e promozione della pace. Ancora una volta Partisano si è fatto fauture di questo incontro che ha visto protagonisti i  giovanissimi partecipanti al campus internazionale YOU UP, promosso da Rondine efinanziato dalla Direzione Generale Educazione e Cultura della Commissione Europea nell’ambito del programma Gioventù in Azione. Il progetto inoltre vede tra i partner il Rotary International di Haifa, Israele; La Maison des Jeunes et de la Culture de Fontanès, Francia; il Terra Sancta College di Betlemme, in Palestina. Incontrare diverse culture e accrescere la consapevolezza di se stessi questo è l’obiettivo del  nuovo campo internazionale che si è aperto a Rondine e che vede protagonisti fino al 10 agosto 36 giovani tra i 15 e i 17 anni, provenienti dall’ Italia, dalla Francia, dalla Palestina e dall'Israele. Tra le attività proposte in questo percorso outdoor di 10 giorni che si svolgerà nel borgo di Rondine, escursioni, sport, laboratori creativi, momenti di discussione e confronto e molto altro ancora. Il campo residenziale vuole offrire un'esperienza di incontro e crescita personale, rafforzare relazioni pacifiche, favorire lo scambio interculturale e il rispetto per la diversità, il tutto in un atmosfera di fiducia, creatività e divertimento.

 

La numerosa rappresentanza dell’Associazione è stata accolta sul Monte Fumaiolo oltre che da Partisano, dal Governatore del distretto 2072 Valle del Savio, Giuseppe Castagnoli,  e dal Presidente  Daniele Brunelli e dal Presidente della commissione etica del distretto, Silvano Bettini che ha salutato i ragazzi, raccontando storia del monumento e il suo significato. Il governatore ha illustrato ai giovani il senso profondo dell’essere rotariani “Dovunque c’è libertà e pace c’è Rotary” ha sottolineato Castagnoli ricordando  la profonda condivisione degli obiettivi con la Cittadella della Pace. Il governatore ha infine concluso invitando tutti i partecipanti al campo a fare tesoro di questa esperienza e continuare a coltivare le amicizie nate in questa occasione per costruire insieme nel futuro un mondo dove la fratellanza, il dialogo e la pace siano realtà concrete. La mattinata si è conclusa con un assaggio dei laboratori creativi che animano il campus: un trionfo di colori che portano il messaggi di pace dei ragazzi su nastri annodati intorno al monumento del Rotary, che insieme a Rondine tramanda alle giovani generazioni la promozione della pace attraverso l’incontro con l’altro.