Tutte le news

La Cittadella della Pace entra nel cuore di Arezzo con “VolArondine”

Ultima modifica il Giovedì, 27 Giugno 2013 13:44
Pubblicato Giovedì, 27 Giugno 2013 12:25
Share

(Arezzo, 26 giugno 2013). Un'estate per incontrare tutto il mondo. Rondine Cittadella della Pace ha presentato questa mattina, nell’ambito di una conferenza stampa presso il comune di Arezzo, il progetto VolArondine, la manifestazione che comprende tutte le attività estive che animeranno il borgo di Rondine da giugno a settembre e che  quest’anno è giunta alla decima edizione. Spettacoli, concerti, dibattiti, incontri, seminari, campi estivi, mostre, e spazi riservati alla festa e tanto altro ancora … Questo è  VolArondine, un laboratorio culturale estivo, un contenitore che comprende vari eventi i quali avranno come filo conduttore la promozione di una cultura di pace e di dialogo oltre che la formazione ad una sensibilità verso il multiculturalismo e l’interreligiosità.

 

La conferenza è stata aperta da Stefania Magi, assessore del Comune di Arezzo con delega al Politiche per l’integrazione dei nuovi cittadini e Politiche internazionali che ha sottolineato l’importanza del lavoro di Rondine  per la promozione della cultura della pace e il dialogo tra i popoli. “Rondine come luogo di integrazione è una realtà importante per la nostra città – ha detto l’assessore - una realtà che lavora a livello internazionale e attraverso il suo operato da lustro ad Arezzo. Per questo dovremo avvicinare sempre più Rondine ad Arezzo realizzando progetti in sinergia con l’amministrazione, affinché, l’esperienza di Rondine possa essere fruita appieno anche dal territorio”.

 

“Essere piccoli ma pensare in grande- così Mirella Ricci, vicepresidente della Provincia di Arezzo ha sottolineato  l’importanza di Rondine per il territorio -  E’ importante cominciare fin da piccoli a educare alla pace, sconfiggere i conflitti, saper comunicare con l’altro a prescindere dalla natura del conflitto che stiamo vivendo, che sia  generazionale, politico, internazionale e Rondine è il luogo giusto per ritrovare se stessi e ritrovare gli altri, una realtà che fa diventare il nostro territorio un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale”.

 “Rondine è una realtà di eccellenza nel panorama internazionale, che nasce e appartiene al territorio aretino – ha commentato l’assessore a ambiente e sanità  Paolo Fulini, che ha partecipato alla presentazione del Rapporto Annuo di Rondine alla Camera dei Deputati - Oggi dobbiamo gettare un ponte al di là dell’Arno e portare Rondine ad Arezzo, per renderla maggiormente fruibile all’aretino, creando sinergie con l’Amministrazione, perchè queste sono le eccellenze di Arezzo che dobbiamo valorizzare

Quindi Alessandro Garuglieri, responsabile della formazione di Rondine, ha illustrato le attività estive di Rondine che caratterizzano il “VolArondine”. “I giovani sono i protagonisti del VolArondine – ha sottolineato Garuglieri - attraverso il quale offriamo un’opportunità di crescita sia educativa che formativa, con tante opportunità per diverse fasce di età e diverse sensibilità, a partire sempre dal messaggio comune che è un messaggio di pace.  La creatività di Rondine si esprime attraverso una varietà ampia che va da giovani delle scuole medie e superiori a giovani già inseriti nel mondo del lavoro, per metterli in contatto tra loro e scoprire la diversità dell’altro delle diverse culture  e religioni”.

Si parte dal Progetto“Una nuova classe dirigente per la Sponda Sud del Mediterraneo”, un progetto triennale che trae origine dagli avvenimenti della Primavera Araba e dà l’opportunità a giovani provenienti da Tunisia, Libia ed di partecipare ad un percorso formativo mirato a potenziare la leadership in termini di consapevolezza della propria realtà.  Dal 15 al 21 luglio 2013 partirà “Musica Insieme” il campus musicale per approfondire e valorizzare il repertorio musicale di ogni singolo strumento e coltivare insieme la passione per la musica, in un ambiente unico  come quello di Rondine, da sempre attivo nella promozione della cultura del dialogo e della pace.  Quindi il Campus "Tra..mare incontri": un breve percorso (8-13 luglio) per giovani sardi dai 22 ai 30 anni, in cui si affronterà un approfondimento dei temi del no profit attraverso i campi di esperienza di Rondine per creare nuove professionalità da sviluppare nel proprio territorio.

Si entra quindi nello specifico di Rondine, i campi internazionali You-Up dall’ 1 al 10 agosto e il Traning Internazionale  dal 2 all’8 settembre. Un modo per incontrare diverse culture e accrescere al consapevolezza di se stessi alla scoperta dei propri obiettivi e potenzialità. Una incredibile esperienza di condivisione e di crescita, attraverso l’incontro con giovani di tutto il mondodalla Francia alla Palestina e l'Israele fino all’Azerbaigian, Armenia, Lettonia, Georgia e Turchia.

A fine agosto si svolgeranno i“Pepita Camp” per ragazzi dai 10 ai 14 anni, i campi solari pensati come momento di svago e divertimento per i più piccoli ma anche un’esperienza permeata dalla grande ricchezza di Rondine.

Infine la Festa di fine Estate il 26 settembre, attraverso la quale Rondine spalanca le porte a tutto il territorio per condividere  tutti i progetti e le esperienze realizzate durante i periodo estivo e per la consegna dei diplomi della Scuola di italiano,  un percorso intensivo che permette ai giovani  di tutto il mondo di apprendere rapidamente la lingua italiana come strumento di condivisione e comunicazione con i giovani di tutte le nazionalità.

L’assessore Magi ha quindi sottolineato la convergenza dell’impegno circa la promozione dell’insegnamento della lingua italiana, anche come strumento per favorire l’integrazione che il Comune di Arezzo promuove attraverso la Casa delle Culture aprendo la strada a una futura collaborazione tra Rondine l’Amministrazione che il presiedente Franco Vaccari ha raccolto con entusiasmo: “Quest’anno si festeggiano i 10 anni di VolArondine, e vogliamo che questa ricorrenza sigilli l’impegno a stringere sempre più il legame con il territorio che l’ha generata. Rondine infatti è cresciuta grazie alle amministrazioni che si sono succedute, le scuole, la chiesa locale, gli imprenditori; tutti questi mondi hanno investito in un sogno! E vogliamo che Rondine continui sempre più a offrire servizi alle famiglie, attraverso un’offerta formativa di qualità per i giovani in un luogo che è sintesi di una realtà locale e internazionale.”

Il presidente Vaccari ha concluso ricordando l’appuntamento del 12 luglio per  l’inaugurazione del progetto “Sponda Sud” nella sala dei Grandi della Provincia di Arezzo, con la presenza di ospiti illustri del mondo della diplomazia, della cultura e delle religioni e le testimonianze dei giovani provenienti dalle Primavere arabe.

 

La manifestazione ha ricevuto il Patrocinio del Comune di Arezzo e della Provincia di Arezzo.

 

Guarda il servizio di Teletruria

Guarda il servizio di TSD

Leggi l'articolo su La Nazione

Leggi l'articolo sul Corriere di Arezzo