Scegliamo giovani che rifiutano la guerra per diventare leader di domani

Tutte le news

Monti, Sereni e Pistelli eleggono Rondine esempio per l’Italia e per l’Europa

 

 

 

 

La Cittadella della Pace presenta il Rapporto Annuo 2012 alla Camera dei Deputati con il plauso del Senatore, della Vicepresidente della Camera e del Viceministro degli Affari Esteri.

 

 

Moltissimi gli intervenuti all’incontro moderato dall’ambasciatore Giuseppe Cassini, tra cui esponenti del Governo, Parlamentari dei diversi Gruppi, di Ambasciatori dei Paesi con cui Rondine collabora da anni e di altre Istituzioni locali, nazionali e internazionali, civili e religiose.

Dopo la presentazione portata dagli studenti, Gala (bosniaca) Yoav (israeliano) e Agharaim (azerbaigiano), è intervenuta la Vicepresidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni che ha sottolineato come “questa giornata ci da l’opportunità di capire l’importanza della vostra esperienza. Vorrei conoscerli uno ad uno questi giovani che giorno dopo giorno imparano a diventare ambasciatori di pace in quelle terre che hanno visto distruzione e lacerazioni”. Un vero inno alla conoscenza quello della Sereni che ha ricordato l’importanza di portare testimonianze forti come quella di Rondine anche all’interno della scuola e delle famiglie.

 

 

Dopo la consegna della Rondine d’Oro, simbolo della conclusione del percorso allo Studentato, da parte del Presidente Franco Vaccari alla studentessa kosovara Manuella, è intervenuto il Senatore a Vita Mario Monti: “Sono felice di essere qui in questa intensa occasione e ricordo l’emozione della visita a Rondine del 13 maggio scorso”.

 

 

 

Dall’esperienza di Rondine Il professor Monti ha gettato uno sguardo che si apre all’Europa e porta una nuova speranza ai giovani: “Loro hanno abbandonato la guerra ma non la lotta, non la determinazione nell’affrontare le barriere che dividono i popoli e per questo saranno i futuri leader di domani attraverso azioni basate sul rispetto dell’altro. Ho accostato la loro esperienza a quella dei nostri giovani: anche in Italia ci sono conflitti, tensioni, per via delle varie crisi economiche e culturali che fanno nascere sospetto; la paura genera allontanamento, rabbia, frustrazione, aggressività. Dobbiamo imparare da Rondine per superare i nostri conflitti. Non arrendersi e agire insieme”.

 

 

Rondine è una diplomazia che nasce dai cuori delle persone e fa superare i limiti delle geografia e della storia. - Ha dichiarato il Viceministro agli Esteri, Lapo Pistelli - Dobbiamo mettere insieme queste diplomazie per ritrovare quel nocciolo di umanità che ci unisce, perché niente può superare la capacità delle persone di varcare ogni confine, scoprendosi e riconoscendosi nell’altro, con lo specchio di umanità che arriva per primo dalla propria identità”.

 

 

 

In chiusura il Presidente di Rondine, Franco Vaccari, ha ringraziato tutti gli intervenuti ricordando i molti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale ricevuti dalla Cittadella della Pace in un 2012 che ha rappresentato un momento di grande crescita per l’associazione, lanciando uno sguardo sulle prospettive future con l’impegno di continuare a percorrere sempre con maggior determinazione la strada che a oggi a segnato Rondine dalle sue origini, perché “Noi abbiamo l’ambizione di incidere nella storia”.

 

Foto di Cristiano Proia e Mauro Barbacci

 

خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو