Scegliamo giovani che rifiutano la guerra per diventare leader di domani

Tutte le news

La Basilicata spalanca le porte a Rondine Cittadella della Pace

 

 

 

(Potenza, 2-3 maggio 2013). Un incontro carico di promesse per il futuro . Questo è stato il viaggio di Rondine verso la lontana terra della Basilicata dove  la Cittadella della Pace è stata chiamata a dare una testimonianza forte del lavoro quotidiano della promozione del dialogo teso alla risoluzione dei conflitti. Un incontro che presto  ha svelato un’ intesa autentica  e profonda, che si annuncia una solida base per costruire un lavoro collettivo di ampio respiro.

 

 “Sono commosso per il calore con cui Rondine è stata accolta in Basilicata e confido con grande entusiasmo di poter concretizzare in un futuro prossimo una collaborazione che si preannuncia fruttuosa” . Queste le parole del presidente  Franco Vaccari che insieme a due giovani studenti Elmira (azera) e Murad (ceceno) sono stati letteralmente travolti  dall’ospitalità e dall’affetto della comunità della parrocchia di san Giuseppe.

 

Un invito giunto a seguito di un precedente incontro che si è svolto a Rondine  il 10 settembre del 2012, quello lo Studentato Internazionale tra e i giovani della parrocchia guidati dal vice parroco Don Gennaro Curzo, e responsabile diocesano per la pastorale scolastica. Un viaggio di forti emozioni  e che attraverso la penna di una dei giovani studenti  in visita allo Studentato, Vanessa  Gaia Vaccaro si è tradotto in un diario di bordo, “Rondini in Volo”, oggi diventato un libro. “Doveva essere solo una testimonianza da lasciare in parrocchia per i futuri formatori – dice Vanessa ancora incredula - invece il mio lavoro è stato pubblicato e alla presentazione non poteva mancare, Franco, il fondatore di Rondine, colui che l’ha ispirato”.

 

 

 

 La presentazione ufficiale del libro si è svolta presso il Teatro Comunale di Potenza, moderata dal prof. Angelo Raffaele Telesca,  dirigente scolastico del liceo scientifico “P.P. Pasolini” di Potenza che ha colto il valore del libro della giovane . Un momento di grande intensità dove l’incontro tra l’autrice e Rondine è stato condiviso con la numerosa platea riversandosi su tutto il territorio potentino. Infine un grande regalo per Rondine giunto dalla sorella della scrittrice in erba, Mariagrazia Chiara Vaccaro e dal giovane talento Michele Del Cambio , appena reduce dalle selezioni per  Sanremo. Una canzone dedicata a Rondine, che valorizza con una forte emozione la Cittadella della Pace.  Ma la presentazione è stata solo la perla intorno alla quale è stata strutturata questa intensa due giorni fatta di tanti momenti che hanno portato Rondine nel tessuto vivo della comunità di Potenza.  

 

 

All’arrivo  la rappresentanza di Rondine è stata accolta dai seminaristi provenienti da tutte le 6 diocesi della Basilicata. Qui il presidente Vaccari ha presentato la realtà di Rondine e gli studenti hanno raccontato il proprio percorso personale che li ha condotti alla Cittadella attraverso la rinuncia della violenza che nasce dal conflitto. Una scoperta  per i seminaristi che ha suscitato grande interesse e fatto nascere l’idea di una visita a Rondine per conoscere da vicino la realtà dello Studentato  e  per organizzare un campo di servizio estivo ad Arezzo.

 

La sera Don Peppino Nolè, da quarant’anni alla guida della comunità della parrocchia di San Giuseppe ha organizzato per Rondine una grande cena comunitaria. Un momento conviviale  rimasto nel cuore dei giovani di Rondine. “Mi è sembrato di essere tornato in Caucaso,- ha commentato Murad, studente ceceno di Rondine -non avevo mai trovato da nessuna parte un’accoglienza così calorosa e un affetto così sincero da parte di sconosciuti”.

 

 

L’indomani l’incontro con il liceo di Vanessa,  dove circa 200 studenti hanno abbracciato la scoperta di Rondine, confrontandosi con i due giovani dello Studentato Internazionale, anche attraverso numerose domande. La presenza all’incontro dell’Arcivescovo di Potenza,  S.E. Rev.ma Agostino Superbo  ha onorato la piccola rappresentanza rondinese con le parole: “Mi è stato chiesto di riflettere su cos’è la pace per il Concilio Vaticano II. Ebbene, la risposta mi pare semplice: Rondine!”

 

E’ seguito un pranzo con l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Potenza , Giuseppe Messina:  un incontro  che ha posto le basi per un progetto di grande respiro che vede all’orizzonte la concretizzazione del desiderio più grande di Vanessa, che ella stessa riporta nel suo libro, ispirato proprio da quel primo incontro con la Cittadella della Pace: portare Rondine a Potenza, creare una centro di formazione fondato sugli stessi principi.

 

Ero troppo entusiasta per la giornata appena trascorsa, - scrive Vanessa- e avrei tanto voluto che ci fosse una cittadella come Rondine nella mia città…Ma cosa potevo fare io? (…) Intanto avrei provato a diffondere anche io il messaggio di pace che mi avevano trasmesso quei ragazzi!

 

 

 

Sono così felice e orgogliosa di Vanessa – ha commento Elmira di ritorno dal viaggio – sono riuscita a trasmettere quella speranza e la voglia di cambiare il mondo che noi a Rondine cerchiamo sempre di diffondere.” Elmira era stata proprio una degli studenti che aveva lavorato con il gruppo di Vanessa ad Arezzo “Io sto per diventare una Rondine d’Oro, sto per concludere il mio percorso a Rondine e  non potevo chiedere un regalo più grande. Ora so che il mio lavoro è servito, vado via serena perché so di aver passato il testimone”.

 

 

 

قطعات موبایل خرید دامپ خرید لوپ دیجیتال آی سی هارد بی سیم بیسیم Google