Scegliamo giovani che rifiutano la guerra per diventare leader di domani

Tutte le news

Dall’Azerbaijan a Rondine. La festa di Novruz

 

 

 

 

    Proibito ma celebrato di nascosto durante gli anni della repubblica sovietica, il Novruz è adesso una delle feste più attese in Azerbaijan. E grande attesa c’è stata anche allo Studentato Internazionale di Rondine soprattutto per Agharahim, Elmira, Ismayil che oggi hanno portato alla Cittadella della Pace l’atmosfera e le tradizioni del loro paese, l’Azerbaijan anche attraverso la festa di Novruz.

 

 

 

 

  L'origine della festa del Novruz è spesso connessa con l'antica religione del Zoroastrismo azerbaijano anche se oggi il paese è a maggioranza musulmana sciita e qui questa festa si protrae per nove giorni (invece dei normali cinque).

 

 

  

 

 

 

 

Novruz è la festa che celebra l'arrivo della primavera che cade proprio il 21 marzo. L’inizio dei lavori agricoli, il rinnovarsi della natura e l'arrivo delle giornate calde tutto questo viene annunciato dal Semeni, erba o germoglio di grano, che ormai cresciuto, viene posto come decorazione nelle case, nei ristoranti come segno di rinascita. La tavola su cui si mangia viene apparecchiata con un panno bianco per rappresentare la purezza e deve avere sette elementi che cominciano con la lettera “s”: Sumaq (sumac) - per il colore del sole all'alba; Sumani (germogli di grano) - dolcezza, fertilità, prole numerosa; Sikke (monete) - buona fortuna;Su (acqua) - purezza, rinascita e salute; Sabzi (vegetali) - purezza e buona fortuna; Sud (latte) - salute e bellezza naturale; Sarikok (zenzero giallo) - dolcezza nella vita.

 

 

 

 

 

 

  Esistono molte tradizioni collegate con il Novruz, come il salto sul fuoco (per bruciare nel fuoco i problemi dell'anno passato), preparare speciali dolci per il Novruz (per ricaricare le batterie del corpo esauritesi durante il freddo inverno), far visita a familiari e parenti, decorare e colorare le uova.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Un'altra tradizione è il “papag atdi”, che significa lancio del cappello … questa è simile alla tradizione americana del “dolcetto o scherzetto”. I bam-bini visitano i vicini e lasciano i cappelli o un cesto sulla soglia di casa. I bambini bussano e poi si nascondono per vedere se riceveranno dolci, no-ci o regali.

 

 

 

   

    Se il semeni è il simbolo verde di Novruz, due dolci, Pakhlava (baklava) e Shekerbura, sono il simbolo della festa della primavera. Nessuna tavola durante il Novruz è completa senza queste deliziose e piacevoli noci ripiene.Shekerbura è una pasta dolce ripiena di noci e zucchero. In Azerbaijan, fare la shekerbura di solito è un lavoro di gruppo condiviso con parenti e vicini. Gli shekerbura cotti si dispongono sul ta-volo in una khoncha, uno speciale vassoio della festa, pieno di dolci, noci, frutta secca e uova colorate.

 

 

 

 

 

 

 

 

   Ci sono molte altre tradizioni celebrate durante il Novruz, inclusa quella di non chiudere le porte a chiave perché  Novruz è anche il momento di rinnovare le amicizie attraverso la fiducia… e questo accade a Rondine ogni giorno. Alla cittadella non ci sono chiavi nelle porte e la fiducia è un patto che ogni giorno si rinnova!

 

قطعات موبایل خرید دامپ خرید لوپ دیجیتال آی سی هارد بی سیم بیسیم Google