Scegliamo giovani che rifiutano la guerra per diventare leader di domani

Tutte le news

La marcia della “Gioventù Francescana” della Calabria a Rondine.

La “Gioventù Francescana” della Calabria ha scelto Rondine come tappa della sua marcia per dirigersi a La Verna.
Nella giornata di ieri, un gruppo di novanta calabresi, guidati da Padre Francesco e Suor Caterina, si è fermato alla Cittadella della Pace, dove ha trascorso anche la notte, partecipando ad un incontro col presidente Franco Vaccari rimanendo coinvolti nell’atmosfera dello Studentato Internazionale, del “Nature Support” e della “Sponda Sud”, i due progetti presenti ora a Rondine.
Durante l’incontro è stato toccato principalmente il tema del conflitto, internazionale e personale, ed è emerso come Rondine possa ispirare la risoluzione per qualsiasi tipo di conflitto. Dopo aver ascoltato le voci del Presidente, degli studenti e delle Rondini d’Oro, Padre Francesco ha infatti invitato i suoi ragazzi a una riflessione: “a Rondine si parla di nazioni, noi volgiamo lo sguardo al nostro piccolo: ai nostri quartieri, ai nostri vicoli, alle nostre case, ai nostri tavoli. Pensiamo alle nostre famiglie, al cugino con cui non parliamo più da anni e diciamoci: ‘io a tavola con mio cugino da oggi mi ci siedo!’”.
Da questo legame tra l’impegno di Rondine e quello della “Gioventù Francescana” è nato l’invito alla Cittadella a scegliere la Calabria, in particolare i luoghi della criminalità e della ‘ndrangheta, come luogo per le Piazze di Maggio del 2013, al fine di scuotere i cittadini, portando il seme di Rondine che, come in Toscana, può germogliare ovunque lo si desideri davvero.

Clara della Valle

Foto di Cristiano Proia

قطعات موبایل خرید دامپ خرید لوپ دیجیتال آی سی هارد بی سیم بیسیم Google