Tutte le news

Tunisia:dalla rivoluzione all’attesa della nuova costituzione.

Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2012 09:02
Pubblicato Martedì, 22 Maggio 2012 21:50
Share

Dopo la tappa egiziana, la selezione di giovani professionisti per il progetto “Sponda Sud” prosegue in Tunisia. La missione di Rondine si è svolta dal 18 al 21 maggio all'indomani della visita a Tunisi del Presidente Giorgio Napolitano, che ha parlato di fronte alla locale assemblea costituente dell'importanza del ruolo dell'Italia negli attuali processi di democratizzazione avviati con la Primavera Araba e ha inaugurato la mostra, presso l'Istituto Italiano di Cultura, dedicata a Maurizio Valenzi, pittore nato a Tunisi che  ha vissuto a fianco del Capo di Stato italiano la fase storica che ha visto nascere la Repubblica Italiana.

Negli stessi luoghi della mostra, grazie al supporto dell'Ambasciata Italiana, la delegazione ha intervistato circa 20 candidati al programma semestrale di alta formazione in partenza a Rondine il prossimo primo luglio. I giovani intervistati,tra i quali saranno scelti i partecipanti al progetto, hanno diversi background accademici e professionali e provengono da varie parti del Paese: dalla capitale Tunisi fino alle aree del sud  in cui ha avuto origine la Primavera Araba, con l'immolazione di Mohamed Bouazizi, datosi fuoco il 17 dicembre 2010.

Durante i colloqui con i candidati e gli incontri con i partner di Rondine (tra gli altri, con la rappresentanza diplomatica italiana, con la Chiesa locale, con docenti universitari) è emersa la grande attenzione nell'attuale fase Costituente, insieme all'opinione diffusa secondo cui la “Rivoluzione del Gelsomino” non potrà essere definita tale finché una nuova Costituzione e delle nuove riforme non saranno approvate.

Info sulla Mostra di Maurizio Valenzi:  http://www.fondazionevalenzi.it/it/eventi/mostra-d-arte-omaggio-a-maurizio-valenzi-a-tunisi

(A cura dell'ufficio Relazioni Internazionali)