Scegliamo giovani che rifiutano la guerra per diventare leader di domani

Tutte le news

Conferenza internazionale a Batumi

BatumiA 20 anni dall'indipendenza e a 90 dalla formazione della Repubblica di Georgia e dall'approvazione della Costituzione democratica, l'evento è stato ricordato con l'ottava Conferenza internazionale svoltasi dal 21 al 23 luglio 2011 a Batumi sul Mar Nero, la terza città per numero di abitanti (180 mila) e la più importante stazione balneare della Georgia occidentale.Alla Conferenza è stato invitato il Presidente Franco Vaccari, che ñ impossibilitato a recarsi in Georgia ñ ha delegato Matteo Martelli, membro della delegazione che nel luglio 2010 (15 luglio-1 agosto) ha compiuto il Viaggio di amicizia in Caucaso del Sud e in Turchia. Martelli è intervenuto alla conferenza con il compito di portare la voce di Rondine a Batumi.

Fin dalla nascita l'Associazione Rondine Cittadella della Pace ha lavorato sul terreno dei rapporti internazionali, con l'intento di parlare ai giovani provenienti da realtà lacerate da conflitti e di orientarli alla costruzione di itinerari di pace. Ha sempre guardato oltre la siepe. Non si è fermata alla percezione dell'immediato. Ha saputo leggere nel presente i segni del futuro. Se il suo messaggio finora è stato efficace ed ascoltato, nel panorama geopolitico dei nostri giorni acquista nuove ragioni di verità. Il mondo sta cambiando velocemente.

Il web mette in rete giovani e adulti di tutti i continenti. Il pianeta appare come una grande area di comunicazione. Nulla resta ignorato di quanto accade nel più sperduto paese del globo.Rondine sa parlare alle persone, al di là della lingua usata, della religione professata, del colore della pelle, del sesso. Lo Studentato è un luogo di formazione e di orientamento alla pace dove la parola acquista significati profondi e interroga ognuno nella sua specifica individualità e nel suo rapporto con l'altro. Nello Studentato i giovani vivono i problemi del mondo globalizzato, elaborano proposte concrete per la promozione di itinerari di pace, come è avvenuto nel 2009 (16-19 Maggio) con la Conferenza internazionale dei popoli del Caucaso, come si è verificato nel luglio 2010 con il Viaggio di amicizia nei paesi del Caucaso del Sud e in Turchia, come è stato confermato dal campo internazionale Building Bridges 18-30 Luglio 2011) a cui hanno partecipato ragazzi caucasici insieme a giovani italiani e dello Studentato, come è avvenuto alla Conferenza di Batumi, che ha posto al centro del confronto temi cari al "piccolo villaggio situato in Toscana tra Firenze ed Arezzo", noto ormai non solo in Italia e a Bruxelles, ma in molte città e capitali della politica internazionale.

Alla presenza del Presidente della Repubblica di Georgia Mikheil Saakaövili sono stati affrontati il tema della cooperazione internazionale, la questione degli scambi economici e culturali e dei rapporti dell'Unione Europea con i paesi come la Georgia che da tempo hanno iniziato il cammino di avvicinamento alla democrazia e alle istituzioni europee. Nelle sessioni parallele sono stati discussi argomenti di grande attualità e complessità: il conflitto russo-georgiano e il ruolo dell'Unione Europea; la questione dei territori lacerati dai conflitti che hanno costretto migliaia di famiglie a rifugiarsi nelle città e nelle terre confinanti; la natura, il volume e le modalità degli scambi commerciali; la questione della liberalizzazione degli scambi commerciali; il tema della liberalizzazione della mobilità internazionale; le riforme democratiche; il pluralismo dell'informazione e dei media; la legislazione elettorale; il ruolo della legalità nella costruzione e nella difesa della democrazia.

Matteo Martelli

قطعات موبایل خرید دامپ خرید لوپ دیجیتال آی سی هارد بی سیم بیسیم Google